Prezzo: € 10
Rimuovi Acquista

Majakovich - Il Primo Disco Era Meglio [CD Digipack V4V015]


Band(s): Majakovich

DESCRIZIONE

Questo disco è stato registrato in 10 giorni, per lo più piovosi, del Novembre 2013 all'Ishtar Studio di Milano da Tommaso Colliva.
In studio lo hanno assistito Francesco Borrelli e Federico Dascola.
Alcune voci, cori e percussioni sono state registrate nella SciamaHouse di Amelia (TR) in 5 giorni alterni del Gennaio 2014 da Alessandro Sciamannini, Francesco Pinzaglia, Francesco Sciamannini e Giovanni “Giangi” Natalini.
Mixato da Tommaso Colliva ai Toomi Labs di Milano tra la ne del Gennaio 2014 ed il Febbraio 2014.
Masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà Mastering di Tredozio (FC) tra la ne di Febbraio ed il principio di Marzo 2014.
Francesco Sciamannini e Francesco Pinzaglia per i propri strumenti, durante la registrazione, si sono avvalsi dell'assistenza della Pirrera Guitars.
Francesco Pinzaglia e Francesco Sciamannini usano corde D'addario | Giovanni Giangi Natalini usa pelli Evans e bacchette Pro-Mark.

Majakovich è:
Francesco Sciamannini, Giovanni "Giangi" Natalini, Francesco Pinzaglia.
in questo disco suonano (a tratti contemporaneamente) batterie acustiche, batterie elettroniche, chitarre elettriche pulite, chitarre elettriche distorte, chitarre acustiche, chitarre classiche, autoarpa, bassi elettrici, bassi elettrici distorti, synths, pianoforti, moog, rhodes, minibrute, binson echorec, voci, cori, urla, claps.
In alcuni pezzi Tommaso Colliva suona moog, minibrute, cimbali e maracas.
In un paio di pezzi Francesco Borrelli e Federico Dascola battono le mani divertiti insieme ai majakovich.
Tutte le musiche sono dei Majakovich.
Le parole sono tratte dalle idee, dalle immagini, dalle letture, dalle gioie, dalle paure e dalla tanta auto-ironia di Francesco Sciamannini e Francesco Pinzaglia.


DICONO DI NOI

"Molti ritornelli sono veri e propri inni corali che non si fatica a ricordare anche dopo un ascolto superficiale. I gruppi italiani ai quali si possono accostare queste sonorità, lasciando da parte l’ovvia influenza di Afterhours e Verdena, sono i Ministri e i Fine Before You Came, con quel tiro sempre alto che molla la presa solo nei rari momenti più intimisti: la psichedelia di UFO, lo struggimento di Ho già deciso, la metamorfosi sonora di Colei che ti ingoia e il rarefatto gospel conclusivo di Prodezze. Senza dubbio, rispetto agli esordi, siamo più vicini alla forma canzone. Ed è per questo che l’album, oltre a vantare una produzione sapiente e impeccabile, si distingue per un’immediatezza e un’abilità comunicativa nell’uso dell’Italiano che innalzano la musica dei Majakovich a materia pop di prim’ordine, sia nei momenti più aggressivi con slogan a presa rapida (“Ed io non me lo scordo quell’inverno… faceva troppo freddo”), sia nei morbidi echi di Lucio Battisti che ritroviamo nel ritornello di UFO e nella coda dell’Hype del cassaintegrato. No, il primo disco non era meglio." La Repubblica XL 

CREDITS

Mixato da Tommaso Colliva ai Toomi Labs di Milano tra la ne del Gennaio 2014 ed il Febbraio 2014.
Masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà Mastering di Tredozio (FC) tra la fine di Febbraio ed il principio di Marzo 2014.
Francesco Sciamannini e Francesco Pinzaglia per i propri strumenti, durante la registrazione, si sono avvalsi dell'assistenza della Pirrera Guitars.
Francesco Pinzaglia e Francesco Sciamannini usano corde D'addario | Giovanni Giangi Natalini usa pelli Evans e bacchette Pro-Mark.

Prodotto da Majakovich in collaborazione con: 

V4V - Recordswww.v4v-records.it, To Lose La Trackwww.toloselatrack.org
Bode Music Gear | www.bodesrl.itIn
Progetto grafico ad opera di Alessia Pastore | mail alessia.pastore0@virgilio.it
Sito u ciale realizzato da V4ldemar Indie Softwarewww.v4ldemar.net
La foto dei Majakovich è opera di Giulio Mazziwww.giuliomazzi.com

SITO UFFICIALE : www.majakovich.com
BOOKING : capra@gazebopenguins.com | giovannimetrodora@yahoo.it
PRESS : Alessandro Favilli | Prom-O-Rama - sandro@promorama.it